Ma che cos’è il Coaching?

Il coaching (termine che deriva dal francese coche = carrozza, cocchio) è una relazione strategica di formazione, che partendo dall’unicità dell’individuo, si propone , attraverso un cammino di consapevolezza, di scoprire, migliorare e amplificare le proprie potenzialità per raggiungere obiettivi personali o di gruppo.

Applicato attualmente in innumerevoli discipline, nasce dallo sport ed arriva con l’executive coaching al management d’impresa.

Parte dal presupposto che ogni persona abbia delle potenzialità latenti, che se allenate  portano a raggiungere risultati nel minor tempo possibile.
Il ruolo del coach, cioè dell’allenatore, è quello di essere a fianco della persona per lavorare assieme sul piano emozionale e pratico, individuare le skills acquisite e che potranno acquisirsi, e saperle mettere in atto, valorizzare i punti deboli per trasformarli in punti di forza e volgerli a proprio vantaggio.

Come, dove e quando?

Come: una sessione è un’oretta in cui ci si danno degli obiettivi che possono essere aziendali o personali…sempre in un percorso aziendale si lavora anche a livello personale, in quanto l’azienda  è un miracolo costituito da persone, sempre quando si parla di obiettivi personali si interseca la vita lavorativa…perchè la realtà quotidiana è fatta di entrami gli aspetti!

Gli obiettivi possono essere a breve, medio o lungo termine, a seconda delle esigenze della persona. Ci sono persone che necessitano solo di una conferma della loro posizione individuale e in due o tre sessioni sono soddisfatte dei risultati raggiunti. Ci sono persone che decidono di fare un percorso di consapevolezza perchè non sono soddisfatte del loro modo di vedere il mondo…ovviamente percorso a lungo termine, in quanto, generalmente la mente ha la necessità di alcuni mesi per potere assimilare nuove informazioni.

Dove: il cliente ha sempre la scelta! un parco, a casa sua, in studio da me.

Quando: si consiglia una sessione ogni quindici giorni per avere modo di realizzare e mettere in pratica i risultati conseguiti in ogni sessione.

COACHING FISICO

Ci sono persone che mi hanno chiesto di camminare mentre si fa coaching, perchè hanno un’espressione cinestesica, ovvero legata al corpo…oppure di fare asanas.

La consapevolezza corporea è altrettanto importante di quella mentale, quindi ben accetta ogni richiesta, altrimenti come sarebbe possibile potenziare l’individuo se non è nel suo massimo d’espressione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *